Prima di partire

Carte di Credito e Bancomat

Ma quanti soldi ti porti? Ma dove li tieni? Quante volte ti è capitato di chiedere al tuo compagno di viaggio o di domandarti quanti soldi contanti portare con se in viaggio, se portare il Bancomat oppure la Carta di Credito e che precauzioni usare per non rimanere a tasche vuote..

Ma poi mi basteranno? A volte la risposta più semplice sarebbe: ma che importa faccio Bancomat. In realtà è vero e la condivido, anche se solo in parte perché poi dipende dalla destinazione che si raggiunge e in che zone si soggiorna, se ben servite o meno. E poi lo spauracchio: se mi perdo il portafogli o se me lo rubano che faccio? In maniera quasi automatica ci viene da rispondere di dividere i nostri averi e conservarli separatamente per non farci cogliere impreparati; fatto è, che oggi come oggi abbiamo bisogno di portare con noi sia il denaro contante per le piccole spese e per dove accettano solo quello, sia le carte di credito come fonte di rifornimento, di pagamento e in maniera esclusiva e indispensabile se ci troviamo a dover comprare via web un biglietto aereo o ad esempio noleggiare un’auto.

La quantità di contante e l’uso delle carte di credito o di debito (Bancomat) sono entrambi sullo stessa piatto della bilancia quindi mi sento di approfondire per prima la questione della moneta di plastica  così poi in automatico ci regoliamo sul cash. Vai e vieni, parti e torna da un viaggio che ogni volta che ho utilizzato Bancomat o Carta mi sono trovato sul conto delle belle sorprese, oneri aggiunti che spesso hanno vanificato la copiosa ricerca sul web di strappare un prezzo migliore per un hotel o per un volo. In Italia non siamo abituati a pagare per utilizzare le carte e all’inizio supponevo che fosse lo stesso all’estero ma non è cosi. Da qui mi sono messo a spulciare quali oneri di utilizzo della carta facessero lievitare il conto.

Carta di debito che chiamiamo Bancomat in italia o che utilizziamo all’ATM (Automated Teller Machine) in lingua anglofona all’estero.

Sebbene già nel nostro paese ci sono commissioni di prelievo di denaro contante quando non utilizziamo sportelli appartenenti allo stesso gruppo bancario, all’estero gli oneri aumentano e in maniera consistente arrivando anche fino a 5 euro per ogni operazione a seconda da quanto stabilito dalla nostra banca. Finito qui? Proprio no, infatti anche le Banche straniere dalle quali preleviamo cash applicano un loro onere di commissione non indifferente, Vi è mai capitato di vedere tanti sportelli ATM sparsi a destra e manca e chiedervi il perché cosi tanti? Perché ci guadagnano una fortuna, infatti in alcuni paesi la Banca locale applica commissioni a volte fisse pari a 5 o 6 euro. Il risultato è che se preleviamo 100 euro alla volta potremmo trovarcene addebitati 110 o più, quindi il 10 % di commissioni!

Carte di Credito standard e Carte Prepagate

Molto spesso (ma non sempre) il loro funzionamento e quindi gli oneri sulle nostre spalle sono gli stessi per le due tipologie in quanto utilizzano gli stessi circuiti internazionali Mastercard/Visa. Perché ho scritto tra parentesi “ma non sempre” ? Perché ultimamente le carte prepagate si stanno distinguendo l’una dall’altra abbattendo i costi di commissione. Ma veniamo alle prime, le carte di credito. Qui per un semplice pagamento in un ristorante o in un hotel con carta di credito viene applicato il tasso di cambio del circuito internazionale (mai vantaggioso) oltre ad una commissione di cambio che può aggirarsi intorno al 2%. Alcune strutture ricettive applicano un ulteriore onere per pagamenti diversi dal contante…..addio risparmio del sito web!!!

Poi se vogliamo parlare di prelievi presso sportelli Bancomat o Atm mettiamoci le mani sui capelli specialmente se andiamo in paesi con valuta diversa dall’Euro: tasso di cambio del circuito internazionale più commissione di prelievo del 4% se non peggio e commissione di prelievo della Banca locale……se ritiriamo 100 euro potrebbero costarne anche 115; deletereo sarebbe prelevare i 50 euro per la giornata!

Come accennavo mi sento meglio se parliamo delle Carte Prepagate, oggi ce ne sono in commercio alcune a zero commissioni di prelievo in tutto il mondo ed in qualsiasi valuta emesse da banche nazionali altisonanti. Non evitiamo le commissioni delle banche locali ma almeno dimezziamo quanto meno la batosta!

Cosa faccio io quando viaggio? Contanti , una carta prepagata e una carta di credito (il mio piano B)…..

Cosa mi sento di dirvi? Visto che non se ne può fare a meno, informatevi sui costi delle carte che possedete e valutate se acquisirne una nuova a basse commissioni, piano B in caso di smarrimento di una carta, fare prelievi agli sportelli il meno possibile e di somme maggiori…Buon Viaggio!

Cosa mi sento di dirvi? Visto che non se ne può fare a meno, informatevi sui costi delle carte che possedete e valutate se acquisirne una nuova a basse commissioni, piano B in caso di smarrimento di una carta, fare prelievi agli sportelli il meno possibile e di somme maggiori…Buon Viaggio!

Alessio Spinaci – Travel Planner

No comments

You can be the first one to leave a comment.

Post a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.